1 MAGGIO 2018. FESTA DEL LAVORO. MANIFESTAZIONE NAZIONALE QUADRI E DELEGATI CONFIAL A BRINDISI. PRESENTE IL COORDINATORE DELLA SEGR. NAZIONALE BENEDETTO DI IACOVO

L’ALTRO 1° MAGGIO. QUELLO DEGLI AUTONOMI, LIBERI, INDIPENDENTI.

Si terrà a Brindisi la Manifestazione nazionale di festeggiamento della giornata internazionale del lavoro.

Il primo maggio 2018 tutte le strutture, quadri e delegati della CONF.I.A.L. si ritroveranno nella località pugliese per celebrare l’importante giornata.

A Brindisi e provincia la CONF.I.A.L. ha un forte insediamento organizzativo diretto dal responsabile provinciale Ercole Saponaro. Ed è proprio li che quadri e delegati si ritroveranno attorno al leader nazionale Benedetto Di Iacovo, che terrà l’intervento ufficiale celebrativo della giornata internazionale del lavoro, il cui motto è: “Insieme costruttori di futuro”  e il tema: “Sindacato e società nel lavoro che cambia

Alle 9.30 concentramento presso il Polo dell’agglomerato industriale brindisino. Dopo l’intervento celebrativo, a seguire la tavola rotonda sul tema. ” Il Sindacato per lo sviluppo sostenibile della provincia di Brindisi”. La stessa sarà moderata dalla giornalista Pamela Spinelli. Vi prenderanno parte: Ercole Saponaro nella qualità di segretario provinciale CONFIAL di Brindisi; Antonio D’Amore, per Confesercenti provinciale di Brindisi; Antonio La Musta, per l’Unsic provinciale di Brindisi; Giovanni Barletta, V.Presidente della Provincia di Brindisi. le conclusioni saranno tratte dal Coordinatore della Segreteria Nazionale CONFIAL Benedetto Di Iacovo.

Sarà una giornata celebrativa e rievocativa delle più importanti battaglie e conquiste del Movimento sindacale, ma anche l’occasione -per come nelle intenzioni dei dirigenti nazionali e provinciali di CONFIAL-  di rimettere al centro dell’agenda politica provinciale, regionale e nazionale le problematiche occupazionali, dello sviluppo territoriale e del welfare locale. Tutto questo con un occhio allo sviluppo sostenibile dei territori, delle regioni e del Paese intero.

Ormai -afferma il Segretario nazionale Benedetto Di Iacovo- si parla di Industria 4.0., stando a significare che l’era della vecchia industrializzazione pesante è finita. Siamo di fronte alla connessione tra era digitale e intelligenza artificiale, attorno alle quali continuano a muoversi i precedenti sistemi di automatizzazione e robotizzazzione dei processi produttivi, compresi quelli delle vecchie catene di montaggio.

Stiamo andando verso la società della informazione e della conoscenza, quindi, delle tecnologie e della innovazione di processo e di prodotto. L’intelligenza artificiale e l’Industria 4.0. saranno i marcatori del cambiamento che produrranno questa nuova e più cruenta rivoluzione nel mondo dei lavori.  In questi nuovi scenari, è difficile pensare di poter mantenere le forme del lavoro per come i nostri padri e noi stessi le abbiamo conosciute nei secoli. Il mondo del lavoro, in effetti, cambia perchè cambia il modo di produrre e questo modifica, a sua volta, la nostra società.

Per tutte queste ragioni il Sindacato, la CONFIAL in particolare, deve saper offrire le necessarie chiavi di letture e le ricette appropriate per poter fronteggiare questo nuovo “tzunami” di Industria 4.0. che andrà a falcidiare ulteriori posti di lavoro, nel mentre le nostre industrie ed il sistema dell’impresa in generale, sembra fare fatica a crearne di nuovi.  Interrogarci ed interrogare le Autorità politiche e governative su ciò, significa dover richiedere di fare passi in avanti veloci, senza indugi e far sì che detti soggetti individuino nuove e più adeguate strategie di crescita e di sviluppo. E’ questo l’auspicio; la riflessione ad alta voce che, come CONFIAL nazionale, poniamo da questa importante provincia del Sud ai rappresentanti del parlamento, del governo nazionale e delle regioni. Serve una forte, comune azione, senza steccati, senza chiusure e limitazioni alle rappresentanze sociali. Occorrono proposte e progetti, capaci di invertire la rotta!

CONFIAL, in questo processo di crisi e di transizione tra i vecchi modelli produttivi e i nuovi scenari prodotti dall’automazione, robotizzazione, intelligenza artificiale e da Industria 4.0. c’è ed ha ricette, idee, proposte e progetti da mettere sul tavolo del nuovo governo e delle istituzioni locali.

 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________

DI SEGUITO LOCANDINA/INVITO CON PROGRAMMA DELLA GIORNATA

 

 

Condividi:

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.