CONF.I.A.L. - CONFEDERAZIONE ITALIANA AUTONOMA LAVORATORI.

SOLIDARIETA’ AL DIRIGENTE SINDACALE FODERA’

In seguito all'aggressione subita si chiede maggiore sicurezza sul lavoro

2754)

Ancora una aggressione ai danni di un dipendente ATAC, è avvenuta il 16 gennaio a bordo del tram 3, presso la fermata Parco del Celio, ad essere coinvolto il Responsabile Provinciale Trasporti Confial, Marco Foderà, che ha riportato una ferita all’orecchio, suturata con 4 punti, mentre svolgeva il suo turno di servizio come controllore.

L’aggressore, un uomo di circa 25 anni, ha aggredito il dirigente sindacale mentre quest’ultimo lo stava multando, in quanto era stato sorpreso senza biglietto; subito dopo l’aggressione, l’uomo si è dato alla fuga.

L’azienda ATAC ha diramato una nota nella quale ha espresso la propria solidarietà: “Atac, nel ribadire la propria solidarietà al lavoratore aggredito, ricorda di essere molto impegnata per garantire la sicurezza ai propri dipendenti sia rafforzando la collaborazione con le forze dell’ordine, sia intervenendo, nell’ambito delle proprie possibilità e competenze, per aumentare gli strumenti a tutela del personale. Nel 2018 le aggressioni, sia fisiche che verbali, sono diminuite del 21% rispetto al 2017. Le aggressioni fisiche, in particolare, sono diminuite del 39%.
Atac giudica inaccettabili tali eventi e auspica che i cittadini abbiano rispetto dei lavoratori che ogni giorno, con professionalità e dedizione, garantiscono il servizio di trasporto a milioni di cittadini”.

Ha commentato l’accaduto il Responsabile Provinciale Trasporti Confial su Roma Marco Foderà: “Per fortuna ho riportato danni lievi e sono in corso tutte le indagini del caso da parte delle forze dell’ordine; ad ogni modo l’azienda ATAC deve mettere in condizioni i propri dipendenti di svolgere in totale sicurezza il servizio; purtroppo non è la prima volta che si verificano tali aggressioni e non è più tollerabile che succedano fatti del genere. La Segreteria Confial Trasporti Roma attiverà dei tavoli di confronto con l’azienda, per mettere in campo tutte le iniziative necessarie ad evitare che si verifichino ancora tali aggressioni”.

Anche il Coordinatore Nazionale Confial Benedetto Di Iacovo ha espresso solidarietà al dirigente sindacale Marco Foderà dichiarando: “le ripetute aggressioni a lavoratori che fanno il loro dovere sono ormai intollerabili, bisogna garantire la sicurezza, in generale, sui mezzi ed i particolare ai lavoratori. Il Comune e le restanti istituzioni preposte devono coordinarsi ed interagire con le forze dell’ordine perché la sicurezza diventi un elemento certo per gli operatori della mobilità locale. Encomiabile poi è risultato essere, in questa circostanza, il senso del dovere del nostro dirigente sindacale Confial Marco Foderà. A lui va la nostra solidarietà e vicinanza, nonché tutto il sostegno alla sua lineare e appassionata attività sindacale in seno all’Ente. Ammirevole è la sua azione di tutela e difesa dei diritti dei lavoratori, cosa che mette in atto diuturnamente con un’assoluta, effettiva, autonomia, indipendenza e libertà di azione”.

Lascia un commmento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti altre news